Con il 2020 ci apprestiamo alla trasformazione dell’Associazione in Fondazione con l’intento di rafforzare maggiormente ogni nostra attività di Ricerca, Formazione e Informazione.

La trasformazione dell’Associazione in Fondazione consente una migliore aggregazione di risorse umane, progetti e know how nell’ambito della Biofisica Informazionale e Fisica Quantistica applicata alla Medicina che nel nostro contesto diventa una Medicina Integrata Informazionale e quindi a come l’Informazione sia trasmessa attraverso le onde elettromagnetiche: i Biofotoni/Fotoni.

Continuando così nell’opera intrapresa dal Dr. Giampiero Ascani da cui l’Associazione ha preso nome, con la sua concezione di Medicina Unitaria, che considera l’unità spazio-temporale di Einstein e i postulati della Fisica delle particelle, come i substrati da cui emergono concetti che, se applicati all’Essere umano, possono realmente promuoverne la salute fisica, psichica e spirituale.

L’essere umano infatti è costituito di materia ed energia, indissolubilmente legate fra loro e trasformabili una nell’altra. Inoltre l’energia è anche vibrazione e quindi frequenza, pertanto un corpo materiale non solo possiede energia, ma può anche emettere o assorbire frequenza. Ogni cellula del nostro organismo, tramite il suo DNA che funziona come un trasmettitore–ricevitore, emette e può ricevere segnali frequenziali e tutte le cellule dell’organismo sono in continua e istantanea comunicazione fra di loro e si scambiano messaggi elettromagnetici con precisi effetti biologici.

Tutto questo costituisce un sistema di autoregolazione continua, i cui dati viaggiano in continuazione tra le cellule per mantenere un equilibrio dinamico che si adatta alle modificazioni interne ed esterne e rappresenta equilibrio e salute.

Quando insorge un disturbo nella rete elettromagnetica di controllo e quindi nel sistema di autoregolazione, può insorgere una patologia. La I.B.I. – Istituto di BioFisica Informazionale studia l’aspetto energetico-elettromagnetico della fisiologia umana e interviene su questo piano.

Un aspetto importante dal punto di vista psicologico è il fatto che emozioni come rabbia, gioia, ansia etc. hanno effetti sul nostro corpo, di conseguenza modificano le frequenze che il corpo emette. Tutto ciò può essere rilevato, di conseguenza, tramite il livello frequenziale, si possono indagare anche le emozioni. È importante notare come a livello frequenziale non si faccia distinzione tra fegato, rabbia, il sistema immunitario, o un singolo batterio, l’ansia etc. poiché sono tutte frequenze vibratorie e si distinguono tra loro “solo” per la particolare frequenza, come si può vedere dai campi di applicazione.

Quindi diventa in questo contesto rilevante il lavoro sul blocco energetico della persona che è anche un blocco psicosomatico.

Tale lavoro può essere svolto sia attraverso l’emissione di Biofotoni/Fotoni da parte di un Operatore debitamente Formato che attraverso l’ausilio di macchinari.

In ogni caso è l’essere umano al centro delle nostre attività e la sua capacità di autoguarigione come esse possa essere ripristinata o migliorata.

La futura Fondazione vuole essere il cardine aggregante di ogni Professionista e Associazione Medica o Professionale che concepisce l’essere umano come un insieme composto di Corpo, Mente ed Energia indissolubilmente connessi.

Aggregare menti e risorse è un passo impegnativo che comporta diverse problematiche tra cui la fiducia verso il prossimo e il personale ego.

Bisogna uscire dai personalismi e porre la conoscenza in un piatto comune per condividerla e arricchirla con ogni autore che sente vibrare in Sé questo messaggio evitando inutili separatismi che servono solamente a renderci tutti più deboli e con minor forza nel fare arrivare i messaggi che abbiamo.

Per questi motivi siamo aperti a collaborare fattivamente con chi è attivo in questa direzione per un cambio di paradigma che riporti l’Essere Umano a ritrovare il suo reale Valore: Uniti possiamo farcela!

Conosci i nostro Progetti e contribuisci al loro sviluppo attraverso una DONAZIONE!

Oltre 10 anni d'esperienza nella Medicina Integrata Informazionale raccolti in I.B.I.

VAI
Translate »