PROFILO BIOGRAFICO DEL DOTTOR GIAMPIERO ASCANI (tratto dal suo sito ufficiale)
GIAMPIERO ASCANI ha (prevalentemente) vissuto e lavorato a Perugia, dove ha esercitato la professione di medico omeopatico per più di trent’anni.
Dopo aver conseguito la laurea alla Facoltà di Medicina e Chirurgia di Perugia, ha subito compreso quale sarebbe stato il fondamento dell’unica Medicina che era intenzionato a esercitare. Ha deciso, dunque, di proseguire i suoi studi di specializzazione presso l’Accademia di Medicina Omeopatica Hahnemanniana di Piazza Navona, a Roma, allora diretta dal professor Antonio Negro, principale precursore e divulgatore nel nostro Paese di questa metodologia terapeutica di cui è universalmente riconosciuto come il principale esponente italiano, sia a livello didattico-scientifico che nella pratica medica quotidiana che ha esercitato nell’arco di quasi un secolo di vita, data la sua straordinaria longevità.

Il dottor ASCANI, dopo aver completato un primo ciclo di studi di specializzazione, ha proseguito la sua formazione come medico omeopata unicista ( vale a dire, “utilizza un solo rimedio omeopatico” corrispondente alla individualità della ” persona” , non più rimedi corrispondenti a ciascun sintomo del paziente ) con un ulteriore triennio di approfondimento e specializzazione presso la L.U.I.M.O.H. (Libera Università Medicina Omeopatica Hahnemanniana) di Napoli, dove ha potuto avvalersi della conoscenza e dell’insegnamento dei più grandi omeopati, italiani e stranieri.
Ultimato l’iter di specializzazione in Medicina Omeopatica Unicista – l’unica veramente riconducibile ai fondamenti della dottrina e della metodologia di S. F. Hahnemann, fondatore e codificatore dei principi dell’Omeopatia – il dottor ASCANI è entrato a far parte, già negli anni Novanta, del corpo docenti della S.I.M.O.H., Scuola Superiore di Medicina Omeopatica Hahnemanniana fondata a Roma dallo stesso professor A. Negro, che l’ha anche diretta in più di vent’anni di attività, didattica e ambulatoriale, con la collaborazione di un gruppo di docenti da lui stesso magistralmente allevati e orientati allo studio e all’esercizio esclusivo dell’ Omeopatia unicista.
Ed è stato solo in questa scuola, così fortemente influenzata dall’impronta e dalla carismatica personalità del suo fondatore, che è stato possibile a tutti i docenti e allievi che l’hanno frequentata, proseguire l’esercizio più rigoroso dell’Omeopatia, mediante un iter propedeutico mirato a una conoscenza progressiva della ” persona umana”, sia nella sua irripetibile “unicità”, che nella sua straordinaria complessità fisica, psichica e spirituale.

Tra il 1995 e il 2008, il dottor Giampiero Ascani ha personalmente creato, diretto e sostenuto un importante progetto editoriale di grande valore scientifico e divulgativo, La Società Omeopatica Editrice, esclusivamente creata per diffondere su larga scala una letteratura omeopatica unicista di alto livello qualitativo, in netta opposizione all’ampia e prevalente diffusione editoriale di “Omeopatia pluralista”, quest’ultima essendo sempre più orientata a discostarsi dalla purezza della dottrina originaria, descritta e codificata da S.F. Hahnemann nell’ ORGANON DELL’ARTE DEL GUARIRE, suo immortale capolavoro.
In questo periodo sono stati pubblicati, in esclusiva dal dottor Ascani, i ben noti “QUADERNI” DI PIERRE SCHMIDT, famoso omeopata svizzero fondatore del Gruppo di Lione, formato da alcuni validissimi medici omeopati che, nell’arco di molti decenni del secolo scorso, animarono un gruppo di studio che aveva sede proprio a Lione, raccogliendo, descrivendo e catalogando una quantità straordinaria di testimonianze cliniche tratte da centinaia di pazienti, cui si aggiungevano le preziose ed eclettiche annotazioni didattico-scientifiche di Pierre Schmidt, perfetto interprete del ruolo cui ogni vero omeopata dovrebbe aspirare, ponendo alla base di qualunque trattamento terapeutico un accurata raccolta di sintomi bio-patografici da cui emerge, quasi immancabilmente, la preesistenza di un trauma affettivo o psicologico la cui valenza è sempre preponderante sul quadro superficiale dei sintomi fisici.

Alcuni esemplari di questi preziosi QUADERNI sono ancora reperibili nello studio del dottor Ascani, rappresentando tutt’ora una delle più importanti e dirette testimonianze della validità ed efficacia dell’ Omeopatia, nel momento in cui non si discosta dai rigorosi principi “unicisti e hahnemanniani ” che possono essere correttamente ed efficacemente applicati ad una casistica di patologie pressoché illimitata.
Nell’ultimo decennio, il dottor Ascani si è prevalentemente dedicato, oltre che alla sua intensa attività ambulatoriale, ad un percorso individuale di ricerca scientifica mirata alla definizione di un personale metodo terapeutico, basato sull’integrazione dei principi omeopatici con le recenti scoperte della Fisica moderna. Nell’intento di affinare sempre di più le possibilità di integrazione armoniosa del piano fisico, mentale e spirituale, raggiungendo uno stato di salute veramente ottimale.

Oltre 10 anni d'esperienza nella Medicina Integrata Informazionale raccolti in I.B.I.

VAI
Translate »