Nato a Genova il 15.10.1958
Residente a Novara
Telefono: 0321.660653
e‐mail: claudio.molinari@med.uniupo.it
Skype: upo.fisiologia.cm

Web: www.noivita.it/

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

2013 ‐ Diploma in Medicina Cinese e Agopuntura presso la Scuola ALMA di Milano, associata alla

FISA.

1994  ‐  Dottorato  di  Ricerca  in  Fisiologia  (5°  ciclo)  con  sede  amministrativa  Torino  con  tesi  dal titolo:  “Ruolo  di  strutture  bulbari  troncoencefaliche  nelle  risposte  cardiovascolari  riflesse  indotte dalla stimolazione di afferenze somatiche e viscerali”.

1987  ‐  Laurea  in  Medicina  e  Chirurgia  con  tesi  dal  titolo:  “Ruolo  dei  neuroni  oradrenergici  e serotoninergici nel controllo della secrezione di ACTH”.

1977 ‐ Maturità Classica, Liceo‐Ginnasio Giuseppe Mazzini, Genova.

Iscritto  alla  Facoltà  di  Medicina  e  Chirurgia  dell’Università  di  Genova  dove,  dal  primo  anno,  ha costantemente  frequentato  come  allievo  interno  l’Istituto  di  Fisiologia  Umana  partecipando

all’attività di ricerca.

CARRIERA ACCADEMICA

2003‐  Professore associato di Fisiologia (SSD BIO/09), Università del Piemonte Orientale

1996‐2002  Ricercatore di Fisiologia (SSD BIO/09), Università del Piemonte Orientale

INCARICHI ACCADEMICI

2016‐  Rappresentante UPO presso la Commissione Regionale Permanente per l’Esercizio delle medicine non convenzionali ‐ DGR n. 24‐3041 del 14/03/2016.

2014‐  Presidente della Commissione Paritetica Docenti Studenti della Scuola di  Medicina

INCARICHI SCIENTIFICI

2014‐  Socio della Federazione Medico Sportiva Italiana.

1990‐  Socio della Società Italiana di Ricerche Cardiovascolari

1988‐  Socio della Società Italiana di Fisiologia 

CAMPI DI INDAGINE DELLA RICERCA

  1. Vitamin D
  2. Oxidative Stress
  3. Heart Rate Variability
  4. Blood Flow
  5. Neural Cardiovascular Control

TEMI CORRENTI DI RICERCA

  1. “Effetti extrascheletrici della Vitamina D”

Tradizionalmente,  il  1,25‐diidrossicolecalciferolo  (vitD)  è  considerato  un  ormone  regolatore

dell’omeostasi del calcio e del  fosfato. Tuttavia, i  risultati di  studi  recenti  forniscono convincenti

prove sul ruolo della vitD in altri processi biochimici in vari tessuti. Ad esempio, a livello cerebrale,

questa  vitamina  può  attraversare  la  barriera  emato‐encefalica  e  legarsi  a  specifici  recettori

nucleari;  o  ancora  la  vitD  ha  dimostrato  importanti  effetti  a  livello  delle  cellule  endoteliali,

promuovendone la proliferazione, la migrazione e la produzione di nitrossido.

  1. “La valutazione del Benessere mediante lo studio della variabilità della frequenza cardiaca”

L’analisi della variabilità della frequenza cardiaca (HRV) permette di valutare lo stato di attività del

sistema nervoso autonomo. Dal momento che è ormai chiara l’enorme importanza di questa parte

del sistema nervoso nel controllo dello stress, dell’attività del sistema immunitario e nel limitare i

processi  infiammatori,  l’obiettivo  di  questa  linea  di  ricerca  è  quello  di  validare  con  questa

metodica  dei  parametri  oggettivi  utili  per  valutare  lo  stato  di  equilibrio  omeostatico dell’organismo.

  1. “Ruolo dei polifenoli nel controllo dello stress ossidativo”

I polifenoli costituiscono  una  vasta  famiglia  molecole organiche  ad  azione  antiossidante

largamente presenti nel regno vegetale. Tuttavia, un problema associato alla loro assunzione con

la dieta è la loro bassa biodisponibilità. In particolare essi sono presenti nei fluidi corporei non in

forma nativa, ma sotto forma di metaboliti a seguito di una intensa metabolizzazione nell’intestino

e  nel  fegato. Lo  scopo  di  questa  linea  di  ricerca  è  quello  di  studiare  i  metaboliti  noti  di  alcuni polifenoli  (ad  es.  il  resveratrolo)  per  determinarne  la  biodisponibilità  e  l’efficacia  biologica  in associazione all’analisi di altri parametri, come la produzione di radicali. 

  1. “Ruolo dell’Acetilcolina a basso dosaggio nella rimarginazione delle ferite”

Le  ferite  a  lenta  rimarginazione  come  quelle  dei  soggetti  diabetici  o  dei  pazienti  allettati  che presentano  le  classiche  lesioni  da  pressione  (decubito)  rappresentano  ancora  oggi  un  problema sanitario  irrisolto  di  grande  impatto  sociale.  Questa  linea  di  ricerca  si  propone  di  utilizzare  un approccio  innovativo  basato  sulla  modulazione  di  un  sistema  endogeno  di  controllo  della proliferazione  dei  cheratinociti.  Si  tratta  del  sistema  colinergico  non  neuronale,  che  si  basa sull’applicazione  dell’acetilcolina  con  meccanismo  paracrino.  Questa  ricerca  viene  condotta usando  soluzioni  ultradiluite  di  sostanza  e  pertanto  si  inserisce  nell’innovativo  filone  della cosiddetta Low Dose Medicine.

LE CINQUE PUBBLICAZIONI PIÙ SIGNIFICATIVE DELLA CARRIERA

  1. Uberti F, Lattuada D, Morsanuto V, Nava U, Bolis G, Vacca G, Squarzanti DF, Cisari C,

Molinari C. Vitamin D protects human endothelial cells from oxidative stress through the

autophagic and survival pathways. J Clin Endocrinol Metab. 2014 Apr;99(4):1367‐74. doi:

10.1210/jc.2013‐2103. Epub 2013 Nov 27. PubMed PMID: 24285680

  1. Molinari C, Uberti F, Grossini E, Vacca G, Carda S, Invernizzi M, Cisari C. 1α,25‐

dihydroxycholecalciferol induces nitric oxide production in cultured endothelial cells. Cell

Physiol Biochem. 2011;27(6):661‐8.

  1. Molinari C, Grossini E, Mary DA, Vacca G. Effect of distension of the gallbladder on plasma

renin activity in anesthetized pigs. Circulation. 2000 May 30;101(21):2539‐45

  1. Vacca G, Battaglia A, Grossini E, Mary DA, Molinari C, Surico N. The effect of 17beta‐

oestradiol on regional blood flow in anaesthetized pigs. J Physiol. 1999 Feb 1;514 ( Pt

3):875‐84.

  1. Ermirio R, Ruggeri P, Cogo CE, Molinari C, Calaresu FR. Neuronal and cardiovascular

responses to ANF microinjected into the solitary nucleus. Am J Physiol. 1989 Feb;256(2 Pt

2):R577‐82

ULTERIORI INFORMAZIONI

2015 – Costituzione della Spin‐off Accademica “noiVita” in collaborazione con la Dott.ssa

Francesca Uberti.

2015 – Deposito Brevetto n. 15003678.8/EP15003678 del 29/12/2015.

Attività di “Public Engagement”:

 Intervista  sul  quotidiano  La  Stampa  del  7  aprile  2016

http://www.lastampa.it/2016/04/07/edizioni/novara/vivere‐meglio‐e‐di‐pi‐con‐le‐verit‐

nascoste‐nei‐rimedi‐della‐nonna‐NKSgTpJkPUsiWbfxIjbOqM/pagina.html

 2013‐  coordinamento  del  corso  di  Biologia  e  Clinica  dell’Università  della  Terza  Età  di

Novara;

 2008‐ membro del consiglio direttivo della onlus “Unione Tutela Consumatori” di Novara,

con organizzazione annuale di eventi a carattere divulgativo  sull’educazione alimentare e

sulle medicine complementari

Oltre 10 anni d'esperienza nella Medicina Integrata Informazionale raccolti in I.B.I.

VAI
Translate »